Innovation Manager

Accompagna le aziende e le Pubbliche Amministrazioni nel PERCORSO DI TRASFORMAZIONE DIGITALE, attraverso l’introduzione di tecnologie emergenti.

Lo scenario in cui viviamo oggi cambia ogni giorno ad una velocità mai sperimentata, per questo motivo il MISE – MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO invita le istituzioni ad ORIENTARE L’INNOVAZIONE SUL PROPRIO TERRITORIO, sostenendo cittadini e imprese affinché nessuno rimanga indietro.


Il Ministero ha deciso di percorrere una nuova strada dando forma ad una figura professionale che nel tempo si sta affermando sia nelle organizzazioni aziendali che nelle Pubbliche Amministrazioni.

Tale misura normativa è stata progettualizzata per incentivare le piccole e medie imprese italiane che vogliono innovarsi e mettersi in gioco, per essere ancora più forti e competitive nello scenario globale in cui operano.

Ecco perché, sulla base dell’esperienza maturata nel settore ICT DA PIU’ DI 25 ANNI, attraverso la multidisciplinarietà, e nel settore delle Pubbliche Amministrazioni, proponiamo il nostro staff di Innovation Manager.

Mettiamo a disposizione di aziende e amministrazioni la nostra competenza per accompagnarle nel processo di innovazione.
Gli ambiti indicati dalla direzione centrale del MISE, motore di una serie di progetti fondamentali, sono: 

  • il Piano Banda Ultralarga, che sta entrando nella sua fase due con oltre 3 miliardi di risorse;
  • le iniziative sulle Tecnologie Emergenti (Blockchain, AI, IoT), che vedono l’Italia protagonista in Europa e nel bacino del mediterraneo;
  • il SINFI, il primo catasto pubblico delle infrastrutture del sottosuolo, che sta vivendo in questa fase un momento di crescita e consolidamento. 

Oltre a questo per la prima volta un Ministero sperimenta iniziative come il Datathon e l’Hackaton del SINFI, organizzato dal MISE insieme ad Infratel e Talent Garden.

Chi è?

È il professionista che per eccellenza GUIDA IL CAMBIAMENTO IN AZIENDA, accompagnando le persone verso nuovi obiettivi, nuovi orizzonti e nuove modalità di operare per un miglioramento del business.

Secondo una Survey della Digital Transformation Academy del PoliMi – Osservatori Digitali - l'abilità che per eccellenza contraddistingue l'Innovation Manager è il CHANGE MENAGEMENT. Inoltre egli è:

Innovation manager come stratega

STRATEGA

Conoscere il mercato di riferimento, le tendenze del settore, adotta le corrette tecnologie, anticipa i tempi e le richieste del contesto in cui l’azienda opera.

Manager esploratore

ESPLORATORE

Seleziona i partner con un’attento scouting, ha una visione dei trend digital del futuro, analizza le necessità di digitalizzazione dell’azienda, monitora i competitor.

Manager innovatore

INNOVATORE

Creativo, curioso, entusiasta, promotore di nuove opportunità. Ha la giusta apertura mentale per guidare verso obiettivi poco riconoscibili da occhi inesperti.

Il Manager dell'innovazione è un leader

LEADER

Ha la capacità di ispirare le persone verso il cambiamento, motivandole e facilitando i processi di trasformazione.

Manager evangelista

EVANGELISTA

Analizza ed introduce le nuove tecnologie in azienda, attivando un corretto cambiamento culturale.

Manager abilitatore

ABILITATORE

Valuta e analizza i progetti inseriti in azienda e si relaziona con tutte le funzioni aziendali per raggiungere l'obiettivo.

Per le Pubbliche Amministrazioni

AI SINDACI indichiamo l’opportunità di esaminare nel dettaglio alcune aree strategiche di competenza della Amministrazioni Locali, quali ad esempio:

  • Sicurezza Urbana e controllo compartimentale Territorio comunale con analisi Video (Intelligenza Artificiale);
  • Sicurezza Strade ed Accessi comunali;
  • Comunicazione Elettronica interna all’ Istituto di composta pubblica, ed esterno verso i cittadini;
  • Servizi verso i cittadini;
  • Gestione intelligente del Territorio (Smart City Small)*;
  • Governance.

Se correttamente gestite, produrranno informazioni utili per effettuare le scelte che ogni giorno, come primo cittadino, è necessario prendere per l’interesse collettivo, con la massima consapevolezza.

Assistenza alle Pubbliche Amministrazioni
Assistenza per le poi

Per le PMI

Nel luglio 2019 il Mise ha pubblicato il decreto attuativo che da via libera al voucher. Per usufruirne, le imprese dovranno siglare un contratto con il manager. LE SOVVENZIONI governative per beneficiare della figura dell’ Innovation Manager, sono a disposizione delle imprese che presenteranno la richiesta dimostrando di avere bisogno di tale figura professionale attraverso una chiara strategia, spiegata in un PIANO DI INNOVAZIONE.

I FINANZIAMENTI A FONDO PERDUTO sono distinti per dimensioni aziendali:

  • Alle micro e piccole imprese un finanziamento pari al 50% delle spese fino ad un massimo di 40 mila euro;
  • Alle medie imprese va il 30%  fino ad un massimo di 25 mila euro;
  • Alle reti di imprese va il 50% fino ad un massimo di 80 mila euro.

Nella legge di bilancio 2019 sono stati previsti, per la figura dell’Innovation Manager, CIRCA 75 MILIONI DI EURO PER GLI ANNI 2019, 2020 E 2021.

Nello specifico CI SONO 25 MILIONI DI EURO L’ANNO per tre anni, PER DOTARSI DI UN INNOVATION MANAGER (che sia un professionista libero o collegato ad una società di consulenza non ha importanza) da cui ricevere prestazioni mediante un contratto di almeno nove mesi, al fine di attuare una trasformazione digitale nell’ambito di diversi settori strategici, quali industria 4.0, big data, cloud, cybersec , AR/VR, robotica, interfaccia uomo-macchina, etc..(QUI l’elenco completo dal sito del MISE).

A maggiore garanzia delle imprese, è stato stabilito dal Ministero delle Attività Produttive e dello Sviluppo Economico che i manager siano inclusi in un ELENCO UFFICIALE.

Elenco innovation manager

POSSIAMOAIUTARTIAD EVOLVERE

Technology Service vi propone il proprio consulente,
certificato e iscritto all'albo degli Innovation Manager

Per tutte le informazioni consulta il documento informativo completo.

Il Decreto del Ministro delle Attività Produttive del 7 aprile 2006, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana del 4 luglio 2006, n. 153, istituisce presso lo stesso Ministero, L’ALBO DEGLI ESPERTI IN INNOVAZIONE TECNOLOGICA al fine di disporre di specifiche professionalità in materia di ricerca e sviluppo precompetitivo per la valutazione ex ante, in itinere ed ex post dei progetti di innovazione tecnologica presentati ai sensi dell’articolo 14 della legge 17 febbraio 1982, n. 46;

Il Decreto del Direttore generale per gli incentivi alle imprese del 31 agosto 2016 costituisce presso il Ministero dello Sviluppo Economico, IL NUOVO ALBO DEGLI ESPERTI IN INNOVAZIONE TECNOLOGICA, contenente i soggetti che hanno presentato domanda entro il 31 dicembre 2015 per i quali la suddetta Commissione ha verificato la sussistenza delle condizioni di cui al predetto decreto del Ministro dello sviluppo economico 7 ottobre 2015;